Lo sviluppo-Associazione la Settima

Lo sviluppo

   Lo sviluppo

È negli anni Trenta che inizia l’insediamento di persone provenienti da mezza Sardegna attirati dalla possibilità di trovare un lavoro prima al seguito di pastori e agricoltori, poi nelle cave di tufo.

Alla fine degli anni Cinquanta, inizi anni Sessanta, la chiusura di molte miniere e la nascita dell’industria petrolchimica sono stati fattori determinanti per lo sviluppo disordinato e spontaneo borgata. In pochi anni Li Punti è diventata un crocevia di tradizioni, culture e lingue provenienti da mezza Sardegna.

Li Punti non ha un dialetto proprio, ma un miscuglio di dialetti. Molte parole sono storpiate e dimenticate, e le nuove generazioni si esprimono generalmente in italiano.

Oggi, nell'arco di circa ottanta anni, il piccolo borgo di case a ridosso della Sassari-Porto Torres è diventato uno dei quartieri più attrezzati della città: vi sono presenti molti servizi tra i quali la sede staccata della Polizia municipale, una sede per i servizi sociali, una ludoteca, una palestra, due campi di calcio, un campo di baseball, due banche, l’ufficio postale, la farmacia, una chiesa, un giardino pubblico, un servizio tranviario e tante attività commerciali.

I locali che attualmente ospitano gli uffici dell'anagrafe in origine sarebbero dovuti essere un centro di aggregazione per gli anziani del quartiere e questo è proprio uno di quei servizi che mancano.

Chi sopperisce in parte a questa mancanza è l'Auser, una Associazione di Volontariato che attualmente è ospitata nei locali dell'ex Circoscrizione in via Vittorio Era.

Tutti questi servizi non sono sorti per caso, e nessuno ha regalato nulla. Sono servizi che gli abitanti di Li Punti si sono conquistati con le manifestazione popolari, che degli anni Sessanta sino ai primi degli anni Ottanta hanno costretto le Amministrazioni comunali a dare risposte e pianificare uno sviluppo urbano adeguato alle esigenze dei cittadini.

Partendo da queste considerazioni vogliamo iniziare il nostro percorso per riportare nella giusta direzione le varie memorie storiche del quartiere.