Le origini-Associazione la Settima

I primi abitanti

 
    I primi abitanti
 
La Sardegna e la Corsica nel periodo compreso tra i sedici e i dieci milioni di anni fa erano unite, si staccarono dalle coste della Francia e da quelle che in seguito formarono la Liguria andando alla deriva disponendosi all'incirca al centro dell'odierno mediterraneo, contribuendo alla formazione della penisola Italiana grazie anche alla spinta della placca Africana verso l'Italia. 
Durante i vari periodi di glaciazione il livello del mare si abbassava, la Corsica oltre ad essere collegata con la Sardegna, a sua volta era molto vicino alle coste dell'odierna Toscana separata solo da uno stretto braccio di mare.

0018Si presume che i primi colonizzatori siano arrivati in Sardegna in quel periodo dal continente sfruttando la breve distanza che separava la parte nord della Corsica dalla penisola italiana che da 150/160 mila sino a 10.000 mila anni fa vedeva i livelli del mare 130 metri più bassi rispetto a quello che vediamo oggi.
In questo periodo agevolati dalla vicinanza della Corsica alla Toscana arrivarono in Sardegna un altro tipo di fauna, elefanti, cervi, ippopotami cani ecc. e molto probabilmente anche se non c'è certezza nella datazione arrivò anche l'uomo.

In sintesi l'evoluzione dell'uomo da razza ominide:
In Africa si era evoluta una scimmia a postura eretta circa 3,5-4milioni di anni fa (Homo Abilis), un milione e 500 mila anni dopo un'altra specie (Homo Ergaster) faceva la sua comparsa iniziando a colonizzare l'Asia (Homo Erectus) e poi l'Europa (Homo Heidelbergensis).
L'uomo moderno non più ominide (
Homo Sapiens) fa la sua comparsa 200.000 anni fa iniziando a colonizzare la terra grazie anche ai bassi livelli del mare durante l'ultima glaciazione che terminò dodici mila anni fa.

0020Al momento le evidenze più antiche della presenza umana in Sardegna trovate al Nord dell'isola in Anglona, riguardano il rinvenimento di frammenti di pietra lavorata risalente al Paleolitico che possono indicare (senza certezza) la presenza dell'uomo in un lunghissimo periodo compreso tra i 450.000 e i 10.000 anni fa. Di certo però la presenza dell'uomo in Sardegna è documentata dal ritrovamento nella grotta Corbeddu in territorio di Oliena di una falange appartenente all'Homo Sapiens risalente tra i venticinque  mila e i dodici mila anni fa.
Gli unici ritrovamenti importanti furono fatti nel sito di Arbus quando furono rinvenute tracce di una necropoli risalente a 8mila 500 anni fa.

 

Il periodo che si colloca tra i dodici mila e gli otto mila anni fa è chiamato Mesolitico che significa età della pietra intermedia.
 

Argomenti, foto, disegni e notizie riguardanti la Sardegna e Sassari pubblicate nel sito sono state prese da vari siti Internet e considerate di dominio pubblico.
Le notizie storiche sono tratte dall'Archivio Storico del Comune di Sassari, da documenti, da libri e giornali. 
Questi argomenti sono a scopo amatoriale e divulgati senza fine di lucro. 
Alcune foto ritraggono persone, se queste si ritengono danneggiate possono richiedere la rimozione.
Se inavvertitamente si fosse violato qualche copyright, il proprietario del diritto è pregato comunicarlo al seguente indirizzo E-mail associazionelasettima@gmail.com provvederemo immediatamente alla rimozione dei documenti protetti da copyright.