Le origini - La deriva dei continenti-Associazione la Settima

Le origini

                Le origini - La deriva dei continenti

La storia della Sardegna inizia nell'era del paleozoico, circa 55o milioni di anni fa, una storia fatta dai continui movimenti dei continenti di migliaia di chilometri, la così detta "Deriva dei continenti" fatta anche d'immersioni e affioramenti.
Anche la Sardegna ha partecipato a questa evoluzione, per questo è definita dai Geologi e dai Paleontologi un museo a cielo aperto perché rappresenta nel piccolo la formazione dei continenti  di tutto il pianeta.
Nella Sardegna Meridionale abbiamo le rocce più antiche d'Italia, la datazione è determinata grazie ai fossili sedimentari ritrovati, risalgono all'epoca di quando l'Isola si trovava sotto il 40° Parallelo Sud, significa sotto l'Equatore.
Oggi la Sardegna si trova tra i
1_Il_Paleozoicol 41° e il 39° parallelo Nord sopra l'Equatore, il 40° parallelo Nord la divide quasi a metà.
Quella che diventerà la Sardegna 270 milioni di anni fa faceva parte di un megacontinente formato dalle terre emerse che in seguito 
formarono andando alla deriva il Nord America e 
il continente Euro-Asiatico. Questo è testimoniato dal ritrovamento nell'Isola di uno scheletro (unico in tutta l'Europa) del Cotylorhyncus, un rettile erbivoro ritrovato vicino ad Alghero molto simile a dei resti di un animale trovato nel Nord America il che significa che prima della separazione c'era una continuità di terra tra quella che in seguito diventerà la Sardegna e il Nord America. All'inizio del Mesozoico le terre emerse sono raggruppate in un unico grande continente chiamato Pangea, era l'era dei grandi Dinosauri, durante il periodo Triassico il continente inizia a dividersi in due grandi terre emerse, la Gondwana a sud da cui avranno origine il Sud America, Africa, India, Australia, Antartico, e Laurasia a Nord da cui origineranno il Nord America, l'Europa e l'Asia. Alla fine dell'era Cenozoica la Sardegna assumerà
la posizione e la forma attuale.
Attuale

Intorno a quaranta milioni di anni fa a seguito di numerose attività vulcaniche seguita da un'intensa attività tettonica inizia il processo che porterà il blocco  Sardo-Corso a staccarsi dal blocco Franco-Spagnolo questo movimento avviene tra i ventitrè e i venti milioni di anni per terminare quindici milioni di anni fa.                                                                                       
Terre_sarde_7_aTerre_sarde_7_bTerre_emerse_9














Nel frattempo la Sardegna alterna fasi d'immersioni ed emersioni con un'intensa attività vulcanica, 6-5 milioni di anni fa si assiste al ritiro parziale del mare con l'emersione di parti importanti dell'Isola che inizia ad assumere la forma attuale. In seguito la parte Meridionale della Sardegna andò a urtare contro il Nord Africa producendo una nuova frantumazione delle terre e il distacco della Corsica determinando la situazione attuale di due isole separate. 
0018Da registrare che nella zona di Fiume Santo (SS) sono stati ritrovati numerosi resti di animali che vivevano circa otto milioni di anni fa, i resti sono stati rinvenuti in zone che durante il periodo di siccità diventavano delle pozze d'acqua e gli animali andavano a bere diventando facile preda dei numerosi coccodrilli presenti nella zona, tra i numerosi resti di animali ritrovati nel sito, la specie più famosa è quella di una scimmia del genere Oreopithesus che è stata la razza per prima al mondo che mostra la possibilità camminare in posizione eretta come lo scheletro di una femmina risalente a tre milioni di anni fa ritrovata in Etiopia e soprannominata "Lucy". 
Questi animali subirono un'estinzione dovuta probabilmente a modifiche ambientali subito sostituiti da altre specie provenienti dalla penisola.

00190022


Argomenti, foto, disegni e notizie riguardanti la Sardegna e Sassari pubblicate nel sito sono state prese da vari siti Internet e considerate di dominio pubblico.
Le notizie storiche sono tratte dall'Archivio Storico del Comune di Sassari, da documenti, da libri e giornali. 
Questi argomenti sono a scopo amatoriale e divulgati senza fine di lucro. 
Alcune foto ritraggono persone, se queste si ritengono danneggiate possono richiedere la rimozione.
Se inavvertitamente si fosse violato qualche copyright, il proprietario del diritto è pregato comunicarlo al seguente indirizzo E-mail associazionelasettima@gmail.com provvederemo immediatamente alla rimozione dei documenti protetti da copyright.