I Giochi-Associazione la Settima

I Giochi

 I giochi

Dalle interviste è emerso anche il ricordo dei giochi che i bambini facevano soprattutto all'aperto e dei pochi giocattoli che riuscivano a costruire con materiale di recupero come gli stracci o elementi naturali come canne, legno e paglia, materiali che abbondano nelle campagne. Questi erano i soli giochi concessi ai bambini dalla povertà di quella vita.

I più popolari erano: paradiso, primomonte, ce l'hai tu, uno due tre stella, giochi con la palla naturalmente fatta di stracci, i cerchi di legno, rubabandiera, girotondo e altri.

In seguito per i maschi ci furono le figurine, i giochi con i "ballocci" con tutte le loro varianti, nascondino, moscacieca, spaccapietra e la "cirimella".

I ragazzi andavano a caccia di lucertole con il tirelastico che di solito veniva sequestrato da zio Peppino Ligas, che era barracello, con tanto di contravvenzione: figuratevi che l'aveva messa anche al figlio. Insomma, erano tutti giochi semplici e innocenti, a volte anche pericolosi come quando si giocava con il carburo per far saltare i barattoli.

I bambini e i ragazzi avevano tanto spazio libero a disposizione per sbizzarrire la fantasia, l'unico pericolo erano le cave.

Quando è arrivata la televisione, la prima si trovava nel bar di Varoni. Gli spettacoli per i bambini dell'epoca erano: Rin TinTin, Ivanhoe, Zorro, per non parlare di Carosello.

Purtroppo la televisione non ce l'avevano tutti: per vederla bisognava andare da chi la possedeva o al bar.

Le trasmissioni preferite dagli adulti erano: "Il Musichiere", condotto da Mario Riva, e "Lascia o raddoppia", condotto da Mike Bongiorno.

Ci divertivamo a fare il pane in casa cotto nel forno con il fuoco a legna. I dolci che si preparavano per le feste erano le papassine per i Santi, e le formagelle per Pasqua, o i biscotti per i matrimoni; a settembre mettevamo ad asciugare i fichi per farli seccare, poi si conservavano dentro una federa con le foglie d'alloro. Molto spesso era la nostra merenda, pane e fichi secchi.

76
La "mitica " squadra La campagnola anni Cinquanta

73
Ragazzi fine anni Cinquanta in via Millelire